Attenzione agli Heagen ! I pirati del Metal italiano !

Era un giorno di pioggia e lo sguardo spaziava fuori dalla finestra, mentre le gocce d’acqua finivano nelle pozze creando cerchi concentrici. Accendo il computer. Apro bandcamp in cerca di qualcosa da ascoltare per svoltare la giornata e tra gli artisti scopro gli Haegen e decido di pigiare “play” su Immortal Lands, il loro ultimo lavoro, uscito qualche anno fa.

Haegen 1
Heagen

Come parte Stray Dogs, la prima traccia, vengo proiettato su un vascello pieno di pirati che cantano, bevono e ballano a suon di chitarre e fisarmoniche !
Con “Legends” il cantato diventa italiano e scatta l’esaltazione ! I pirati del vascello, dove sono stato proiettato, mi prendono sottobraccio e cominciamo a girare e a intonare cori !
Le ballate continuano con ritmo incessante ! “Gioie Portuali” è la canzone emblema dell’album, dove gli Haegen danno il loro meglio, con tanto di assolo di chitarra che rende il pezzo uno dei migliori. Intanto i pirati sul vascello continuano a farmi girare, tra cori da stadio e fiumi alcolemici. Non so quanto ancora posso resistere !
“Fighting in The River” inizia con un riff malinconico che si dipana subito e si rimette in carreggiata, ma è con la traccia successiva, “Incubo”, cantata in italiano che si rimane stupefatti ! Il testo parla di un disturbo del sonno denominato “paralisi del sonno” e di tutte le sensazioni annesse a questa condizione, tutto condito da un ritmo incalzante, una voce roca che si sposa perfettamente con l’atmosfera che è un mix tra il panico e l’oscuro. Un gran bel pezzo !
Intanto i pirati si sono fermati per aizzare le vele, la meta è ignota. Aiuto !
Una delle canzoni più irriverenti è “Gran Galà”. Arrangiamento e melodie che sottolineano la “semplicità” dei protagonisti in un buffet di gala, idea molto bella e realizzata ottimamente !
I pirati ora urlano qualcosa di incomprensibile, credo abbiano avvistato una terra per sbarcare !
“The Princess and The Barbarian”, e “Bazar” sono ottimi lavori folk-metal che spianano la strada a “The Tale” di cui mi piacciono particolarmente i flauti che, con le loro melodie, addolciscono la canzone.
Sulla spiaggia i pirati hanno trovato un tesoro, ma è scattata una rissa data, probabilmente, dal tasso alcolico della ciurma !
La perla dell’intero album è “Terre Immortali”, ovvia traduzione del titolo dell’album, un coro entusiasmante, testo epico e ben scritto, sicuramente una delle mie preferite !
Ora i pirati hanno finito di litigare e continuano a bere e a cantare. Non so quanto tempo posso ancora resistere !
Riff di chitarra apre a “My favorite Tobacco” canzone che conclude il disco e il mio viaggio con questa ciurma di folli pirati; è ora di ritornare alla realtà, un ritono pieno di soddisfazioni per questo lavoro degli Haegen, di cui ammetto l’ascolta almeno una volta a settimana.Haegen 2
In conclusione siamo davanti ad una band eccentrica, folle (in senso buono ovviamente) e che osa con dei testi ricchi, che hanno peso e consistenza. Poi cantano in italiano, anche se qualche canzone in inglese è presente, ed è un vantaggio in più. La nostra lingua è sempre un valore aggiunto !
Come sempre: in alto le corna !!!

Link dei diversi contatti della band:
Profilo ufficiale Haegen su Bandcamp (in cui potete ascoltare anche “Tales From Nowhere”, album del 2015)
Pagina Facebook ufficiale Haegen
Profilo ufficiale Youtube degli Haegen

(foto prese dalla pagina Facebook ufficiale Haegen)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: