I The Clan fanno uscire l’EP “Quattro Giorni Fuori Porta”

Tornano i The Clan e lo fanno con un EP molto bello e godibile che può diventare bandiera di un genere che, in Italia, fa fatica.
L’EP si intitola “Quattro Giorni Fuori Porta” e come da titolo (udite udite !) è cantato in italiano !
Quattro tracce che narrano quattro storie, raccontate con semplicità ed è proprio questo il punto forte; una scioltezza di scrittura che riesce, con poche parole, a mettere d’accordo il concetto con la musica, riesce a veicolare un messaggio con estrema semplicità. Ma ora basta con le adulazioni e partiamo con il viaggio di questo breve EP.
Tutto si apre con la prima canzone intitolata “Il Giorno Più Freddo Dell’anno”, un brano contro la caccia (e ci uniamo anche noi di Una Pinta di Metal e diciamo NO ALLA CACCIA !) che ripercorre la giornata di una madre con i suoi cuccioli. Non nego che è il mio brano preferito, ha una carica emozionale molto alta, alta come anche l’incazzatura nel ripercorrere la storia narrata. Grande canzone !
“Il Giorno con te” è una canzone molto sentita, come da titolo racconta quella malinconia sana di avere una persona (o uno strumento che è più o meno la stessa cosa) con cui condividere la quotidianità; di questo brano mi piace sopratutto l’atmosfera, il giro di chitarra, il violino, la batteria è tutto mescolato seguendo la ricetta perfetta per una canzone che ti entra dentro ed esplode in un turbine di emozioni.
“Il Giorno Prima di Morire” è un inno alla libertà, una difesa forte e poetica della vita, la visione di un’esistenza fugace, il tempo che abbiamo è breve come questi 2.54 minuti del brano, ammetto di averla messa in loop più volte; è una canzone bellissima come le altre precedenti ma è allo stesso tempo unica.
Concludiamo il viaggio nel mondo Folk-Rock dei The Clan con “Il Giorno Migliore”: questo è il brano migliore per come è scritto, è molto difficile toccare certi argomenti come le separazioni, assistenti sociali e l’inquitudine negli occhi di un adolescente ma la band riesce a scriverci su una canzone con una sensibilità incredibile, emotività e chiarezza che mi ha fatto rimanere a bocca aperta.
54278287_1945860578870089_7431871320050106368_nPosso tranquillamente dire che questo EP è un gioiello, un disco così ben fatto, ben scritto, che non sia banale, incazzato e poetico allo stesso tempo non lo ascoltavo da parecchio nel panorama italiano, quì non è questione di gusto ma di avere l’onestà intellettuale di dire che i The Clan sono, con questo EP, una delle band migliori del panorama Folk-Rock italiano, sia per integrità morale che per l’integrità musicale, insomma hanno due palle quadrate !
Queste mie parole che possono sembrare una leccata adulatoria, sono dettate, sopratutto, perchè a fine ascolto sono rimasto commosso, cosa che mi capita molto raramente e se c’è un metro di giudizio nell’inutilità dell’atto di recensire dischi e canzoni è proprio questo: se riesce a commuoverti, sei davanti ad un lavoro che durerà nel tempo, ad un’opera di spessore da inserire nella propria collezione tra (fanculo li cito non ce la faccio a trattenermi!) un disco di Gaber e uno De Andrè (ecco l’ho detto, ora linciatemi pure!).
In alto le corna

Link:
Link Spotify per ascoltare Quattro Giorni Fuori Porta
Pagina Facebook ufficiale The Clan

(foto prese dalla pagina Facebook della band)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: