L’Italia suona Metal grazie a Rock sul Serio e all’Ambria Metal Festival

Due eventi ben riusciti per un totale di 6 band in due giorni.
Villa di Serio e Ambria, paesi incastonati nella provincia di Bergamo, città che ha un’ottima tradizione Metal !
Sono stati due giorni all’insegna di Folkstone, Heroes of Forgotten Kindoms, LionSoul, White Skull, Domine e Grave Digger, come facevamo a non esserci ?
Ma andiamo in ordine: il Rock sul Serio.
Rock sul Serio.jpg
Siamo partiti alla volta di Villa di Serio che ospitava il Rock sul Serio. Il festival è stato organizzato molto bene, forse un pò buio ma tra gli stand di oggettistica e il punto ristoro la luce serve a poco, sopratutto se gli headliner della serata sono i Folkstone.
Prima della band bergamasca ho ascoltato i Bosco, una band strumentale di Orvieto. La loro musica è al limite del prog e dello psichedelico, un progetto stimolante che brilla di luce propria e che, sicuramente, seguiremo con un occhio di riguardo. Il live scorre bene, i Bosco tengono benissimo la presenza e non si lasciano intimidire facilmente e ci sentiamo di approvare pienamente la loro musica. Ottimo live e ottima band !
Ma gli headliner sono i Folkstone e quando le luci si spengono l’attesa sale.
Sapete cosa penso del nuovo disco, non mi è piaciuto del tutto, credo che sia un buon prodotto per metà ma questo conta poco perchè i loro live sono sempre maestosi.
La scaletta è ottima, si passa da canzoni come “La Maggioranza”, fino alla versione metal di “Rocce Nere” (amo la versione rockettosa rispetto alla versione corale) senza farsi mancare le storiche “Folkstone” e “Un’altra volta ancora”.

IMG-20190723-WA0036
La “spiritualità” musicale del Maffei

Anche i due nuovi componenti si comportano bene, anche se forse un pò imballati ma è normale per chi si inserisce in una band come questa.
Tutta la band è super carica sul palco e segue un filo conduttore; la band ci prende per mano e ci porta nel mondo Folkstone, nel suo delirio, nella sua rabbia, sulla sua prua contro il nulla. Lorenzo, Maurizio e Roberta padroneggiano il palco con l’esperienza di chi la gavetta l’ha fatta sul “serio” (in tutti i sensi) e che si merita il giusto riconoscimento ad una carriera che continua ad essere speciale.

Folkstone migliorata
Folkstone live a Rock sul Serio

Una lode personale va a Edo Sala. Ci sono davvero pochi musicisti che riescono ad alzare il livello nel suonare, di anno in anno. Lui ci riesce e ad ogni live. Quando lo sento pestare quella batteria è sempre un’esperienza che lascia a bocca aperta e rimango estasiato dalla sua bravura e competenza musicale. Edo è il miglior musicista della band bergamasca senza ovviamente nulla togliere agli altri.
Insomma concerto grandioso !

62157135_10157983512588538_8164947148564070400_n
Il giorno dopo non ne avevamo abbastanza, quindi siamo partiti in direzione Ambria per l’Ambria Metal Festival, una costola Metal dell’ormai annuale Ambria Music Festival.
L’organizzazione è sempre impeccabile, non delude l’ottima cucina, la sicurezza e la location suggestiva. Il Brembo e le montagne incorniciano un evento incredibile ma andiamo con ordine.

IMG-20190723-WA0010
LionSoul live a Ambria Metal Festival

Dopo una bella mangiata si parte con gli Heroes of Forgotten Kingdoms che purtroppo hanno suonato ad ora di cena, quindi lo ammetto, ho sentito poco ma quello che ho sentito è promosso a pieni voti, sopratutto per i costumi. Essendo un accanito fan del fantasy, vedere un elfo sul palco a schitarrare, ha scosso il mio lato nerd-metallaro !
La band successiva giocava in casa ed ero incuriosito particolarmente di sentirli dal vivo: i LionSoul.
Le aspettative non hanno deluso e, tra una canzone e l’altra, il pensiero che questa band si ritaglierà un posticino nel vasto mondo del Metal, si rafforzava. Intonazione e appeal con il pubblico ottimo, schitarrate da headbanging e un Power Metal degno, fanno i LionSoul una goduria per le orecchie. Ve li consiglio e se potete, andate a sentirli dal vivo !
Ora veniamo all’inizio del delirio.

IMG-20190723-WA0012
White Skull live a Ambria Metal Festival

Le leggende White Skull arrivano sul palco è spaccano in due il palco per un’ora senza flessioni. La band è al massimo. Schitarrano come dannati tra un coro e l’altro, prendono il pubblico e lo spingono per tutto il concerto; la loro presenza è tangibile, hanno l’esperienza di chi suona da più di un decennio e riescono a dare al pubblico quella scintilla che innesca l’esaltazione nell’ascoltatore.
Ottima la vocalità di Federica Sister e la storica chitarra di Tony “Mad” Fontò, si prende il suo spazio cosmico sopratutto quando scala la struttura del palco a fine concerto !
I White Skull sono una band con i contro attributi e i loro live un’esperienza unica !

Quando lessi (non il cane) che sul palco si esibivano i Domine, io, fan dei Domine da anni, ebbi quasi un attacco di cuore. Sono anni che smaniavo di sentirli ma per vicissitudini personali non ci sono mai riuscito.
Beh, non avevo scuse stavolta e fanculo tutto me li sono goduti alla grandissima !
Uno spettacolo splendido. Superbo. Morby stratosferico. Enrico Paoli incredibile. Non ci sono parole per descrivere cos’è stato il live dei Domine. Non ci sono parole per descrivere l’emozione sovrumana che ho provato ad ogni acuto passando da

IMG-20190723-WA0014
Domine Live a Ambria Metal Festival

“Dragonlord” fino a “Defender” che ha concluso lo spettacolo. Tutto lo show è disumano e quando sento parlare di Metal e si paragonano sempre le stesse band internazionali come Iron Maiden e Manowar ricordatevi che noi abbiamo delle super band come i Domine che spaccano in due il palco trascinandoci in dimensioni eteree che non fanno parte di questo mondo, l’unica esperienza che ti avvicina a qualcosa di trascendentale e di magico.
L’evento finisce con i Grave Digger che salgono sul palco con una grande potenza, si muovono imperterriti, avanti e indietro alzando i pugni. La prestazione è ottima, nulla da dire.
Così l’Ambria Metal Festival finisce, con un’emozione che ci porteremo dentro a vita e di questo dobbiamo ringraziare l’organizzazione in primis e tutte le fantastiche band che si sono esibite e a cui vanno i miei più sinceri ringraziamenti.

Mi sento di dire grazie ai Folkstone.
Grazie ai Heroes of Forgotten Kindoms.
Grazie ai LionSoul.
Grazie ai White Skull.
Grazie ai Domine.
Grazie ai Grave Digger.
E grazie all’Ambria Metal Festival e a Rock sul Serio, per voi le nostre corna saranno sempre alzate !

p.s. non perdetevi alcuni brevi video dei live sulla nostra pagina Facebook !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: